Distribuzione (CDN) streaming partite serie A stagioni 2021-2024

Con la delibera n. 206/21/CONS, l’Autorità ha adottato un atto di indirizzo generale, per DAZN e gli OAOs (Other Authorised Operators), per il corretto dimensionamento e la dislocazione geografica della rete di distribuzione (CDN) delle partite di calcio di serie A per le stagioni 2021-2024 in live streaming.

Gli sforzi

Ai sensi e per gli effetti dell’atto di indirizzo adottato (qui il documento integrale), DAZN e gli OAO dovranno porre in essere ogni sforzo per assumere condotte in conformità i seguenti indirizzi tecnici.

Modalità tecnico/operative di distribuzione del traffico

Il primo indirizzo fornito dall’atto prevede che le modalità tecnico/operative di distribuzione del traffico all’interno della rete degli operatori devono essere definite prima dell’avvio della prossima stagione calcistica di serie A, ed includere una modalità di gestione di eventuali fault e malfunzionamenti.

Il caso degli OAO di medie dimensioni (15%)

Nel caso di OAO con copertura nazionale di media dimensione (dell’ordine del 15% di BB market share), prima dell’avvio della distribuzione in live streaming della prossima stagione calcistica di serie A, la modalità di distribuzione del traffico deve essere basata anche su apparati di caching (la c.d. “DAZN Edge”) distribuiti geograficamente in un numero adeguato di PoP degli OAO che gestiscano una quota non residuale e congrua del traffico complessivo del servizio; nel caso di market share inferiore il dimensionamento è ridotto proporzionalmente in funzione della quota di mercato dell’operatore interessato.

Soluzioni alternative

È fatta salva la possibilità per gli operatori di individuare, successivamente all’avvio dei servizi di live streaming del campionato di calcio, soluzioni tecniche alternative, anche a livello di protocolli di trasporto, che consentano la trasmissione dei contenuti richiesti verso i destinatari del servizio evitando
duplicazioni dell’informazione ad ulteriore garanzia dell’integrità delle reti e dei servizi su di esse forniti.

Autorità vigilante

L’Autorità vigilerà sulle decisioni e iniziative assunte verificando che DAZN e gli OAO raggiungano un accordo adeguandosi alle previsioni di cui al comma 1 dell’atto di indirizzo.

Comunicazioni entro 15 gg.

Gli operatori interessati dal provvedimento dovranno comunicare all’Autorità, entro 15 giorni dalla sua pubblicazione, gli sviluppi negoziali in relazione alla realizzazione della DAZN Edge e ai piani di instradamento del traffico.

Riserva di intervento in via d’urgenza di Agcom

L’Autorità si riserva di intervenire anche in via d’urgenza, laddove dovessero sussisterne i presupposti, al fine di promuovere un corretto confronto concorrenziale e scongiurare eventuali disservizi di rete e, per l’effetto, evitare il degrado della qualità del servizio di accesso ad Internet per tutti gli utenti finali.

In collaborazione con: newslinet.com